Campanile San Lorenzo - Genova

Il campanile di san Lorenzo in Genova è parte integrante del fronte di ponente.

La sua costruzione viene terminata nel 1522 coronando un prospetto che era astato iniziato già nel XII secolo. Il portale di destra, base del campanile è il completamento della facciata, eseguito in marmi policromi dove marmo bianco di Carrara, rosa di la Spezia, oficalci rosse e verdi della Val Polcevera e della zona di Levanto, pietra nera di Promontorio e peridotite verde e nera campeggiano, diventando l’una esaltatrice delle altre.

All’interno una scala a chiocciola, interamente in pietra nera di Promontorio, conduce alla sommità caratterizzata da un lanternino ottagonale completamente in marmo bianco di Carrara, che sorge al centro di quattro pinnacoli che determinano gli elementi angolari del campanile, collegati tra loro da altrettante balaustrate marmoree.

I prospetti sud e ovest si organizzano su sette ordini, separati tra loro da cornici marcapiano, mentre  i prospetti est e nord sono più corti in quanto coincidenti, nella parte bassa con la copertura della chiesa.

Il progetto di restauro è stato condotto separatamente dal fronte ovest in quanto i lavori del campanile saranno finanziati direttamente dal Ministero della Cultura.

Attraverso la scala interna si accede ai tetti della cattedrale e, grazie ad un passaggio sopra la copertura della navata maggiore, si arriva anche alla  quattrocentesca loggia detta del Gandria, nella torre di sinistra, dal nome del magister Antelami che la costruì.

1/11